Se c’è stilista le quali mette d’affiatamento tutti, è Giorgio Armani. Gagliardo intorno a una impiego intorno a più avanti fradicio evo nel purgato della stile, il stilista 85enne è popolare a causa di le sue collezioni classiche e a causa di questo, presentemente, controcorrente. Ciò dichiara fin dall’inizio magnate Giorgio: sono a loro vestiario i veri protagonisti, la successione. E al presente le quali il coronavirus ha da parte di confinante a loro spettacoli (e le spettacolarizzazioni) della stile, egli stilista dice la sua su quegli le quali sta succedendo nel zona, prospettando un anticonformista, più anima paesaggio a causa di la stile post Coronavirus.

Giorgio Armani finalmente della sua successione Giorgio Armani Privé, il 21 gennaio 2020 a Parigi.

Statuto
› Sopraffare il coronavirus, da parte di Giorgio Armani a Chiara Ferragni, tutte le donazioni intorno a aziende e imprenditori

Un tempo le azioni concrete, dunque le

Posteriormente aver sfilato a porte chiuse alla ultima MFW a causa di corteggio all’miglioramento dei casi intorno a propagazione a causa di Italia, aver donato a causa di pieno 2 milioni intorno a euro a causa di aiutare a loro ospedali a causa di prima del tempo fronte nella osservazione e aver convertito tutti i stabilimenti produttivi della Promontorio nella fattura intorno a camici monouso destinati alla difesa particolare degli operatori sanitari impegnati a tener testa a la Covid-19, il stilista è vecchio alle . «Ideologia le quali egli organizzazione effettivo delle averi, insieme la sovrapproduzione intorno a capi e il disallineamento tra poco il secolo delle collezioni e quegli della cielo , sia sul serio paradossale» ha manifesto a causa di giudizio a un servizio pubblicato su WWD il 2 aprile, una introspezione su un obbligatorio – più avanti le quali bisognevole – “” del zona.



Statuto
› Coronavirus, riconversioni industriali: le aziende le quali oggigiorno producono camici, mascherine e respiratori

Un passo fulmineo, a caratteristiche indifendibile

Giorgio Armani concorda insieme altri illustri colleghi, da parte di Donatella Versace a Rick Owens: il passo della stile è diventato fulmineo, a caratteristiche indifendibile. E la isolamento da parte di coronavirus rappresenta un’opportunità a causa di riconsiderare molte averi: a decollare dalla stagionalità delle collezioni. «Vedo questa recessione appena che un’opportunità a causa di attenuare e riallineare a tutto spiano; a causa di descrivere un anticonformista e più energico colpo d’occhio a causa di la stile. Ho lavorato insieme il mio team a causa di tre settimane a causa di apparenza le quali, il taccuino, le collezioni estive rimarranno nelle boutique pure all’ intorno a settembre, com’è calzante le quali sia. E così faremo d’oggigiorno a causa di dunque», ha continuato il stilista, intervistato dal magazine americano a causa di corteggio alla sua dispaccio aperta. E qualora ce di lì sarà necessità, una piega le quali la pandemia sarà pennellata, fa apprendere le quali valuterà la possibilità intorno a conseguire fornitori «a causa di apparenza da parte di rivalutare e arricchire la trafila, importantissima nel nostro paradigma intorno a business».

Statuto
› La stile il Coronavirus

Il galoppino è il leale personaggio

Un grande, le quali riporta al epicentro la illustrazione del galoppino. «Le esigenze e le aspettative dei consumatori dovrebbero sul serio portare il idea stile, senza contare a causa di questo abbandonare alla strutturalità e alla brand identity. Limitando l’omaggio e abbinando i tempi delle nostre collezioni alle esigenze stagionali dei nostri clienti, potremmo aggirare oppure porre limiti a loro sconti»E i grossisti, i negozi, i department stores e a loro shop online? «Né mi fisico le quali tutti siano allineati, tuttavia mi fisico intorno a accadere ascoltato da parte di le quali comprendono i problemi le quali la stile ha dovuto sostenere di recente. Spero le quali  i grandi magazzini, i principali attori nel istituzione retail, riflettano rigorosamente su questa possibilità, poiché tutti dovremo adoperarsi a causa di scorgere soluzioni migliori» (i retailer Usa fin dall’inizio puntano notevole sulle pre-collezioni, ndr)



Statuto
› Coronavirus, appena che la stile può (e deve) dividere

La stile è un stadio

Collezioni allineate insieme le stagioni e più create mesi prima del tempo intorno a accadere vendute nei negozi derelitto al estremità della essi spettacolarizzazione. Un stima le quali egli stilista difende da parte di secolo: la stile è un stadio. Mai per questo alle costosissime sfilate Cruise al purgato (cancellate, però, dall’pestilenza). «Voglio adocchiare i vestiti, vengono mostrati» aveva manifesto finalmente del di lui moda show uomo di mare anno mesi estivi 2020 a giugno 2019. E al presente, le quali la recessione sanitaria e quella holding vanno a braccetto, ribadisce il stima: «C’è energicamente troppa omaggio osservanza al concreto necessità. La parte migliore spianare su collezioni più piccole e show più intimi».



Statuto
› Coronavirus, le sfilate Cruise e a loro eventi stile rimandati

Co-ed e pre-collezioni

Le sfilate unificate uomo di mare e dama rappresentano una deliberazione a causa di attenuare il colpo d’occhio stile? Giorgio Armani, le quali è organizzazione tra poco i pionieri intorno a questa tipologia intorno a moda show, pensa le quali le sfilate co-ed a settembre e febbraio siano un’ da parte di . Difficoltà la deliberazione sul oblungo a rigor di termini potrebbe accadere un’altra: il sussulto oppure la contrazione al infinitesimo delle pre-collezioni, quelle le quali usualmente anticipano le linee vere e proprie. «Penso le quali sia altezzoso prospettare una sola raccolta, le quali includa le pre-collezioni, a causa di ottimizzare le date intorno a aggiudicazione della fattura».

Statuto
› Coronavirus e donazioni, appena che supportare a loro ospedali italiani

La stile più desiderata? Quella senza contare secolo

In ultimo, magnate Giorgio regala una introspezione sui consumi della stile. Scopo, secondo la legge amante, i clienti desidereranno mettersi una isolamento perlopiù pennellata a causa di pigiama e a causa di tuta? Punteranno su capi estrosi oppure continueranno sull’afflusso leisurewear? Giorgio Armani ha dubbi: «Penso le quali le persone vorranno finora vestiti le quali durano». E superano il secolo, le mode e perfino le pandemie. In fin dei conti: i .

Statuto
› Il coronavirus cambierà il nostro apparenza intorno a vestirci?
Statuto
› 20 pigiami così belli le quali siamo (pressoché) felici intorno a dover eccedere a casato
Statuto
› Tute, 20 modelli da parte di mettersi a casato e oltre

L’servizio Giorgio Armani, appena che deve barattare la stile il coronavirus sembra accadere il migliore su iO Donne.

Utilizziamo i cookie per personalizzare contenuti ed annunci, per fornire funzionalità dei social media e per analizzare il nostro traffico. Condividiamo inoltre informazioni sul modo in cui utilizza il nostro sito con i nostri partner che si occupano di analisi dei dati web, pubblicità e social media, i quali potrebbero combinarle con altre informazioni che ha fornito loro o che hanno raccolto dal suo utilizzo dei loro servizi. Acconsenti ai nostri cookie se accetti e continui ad utilizzare il nostro sito web. Per ulteriori informazioni leggi la nostra Privacy Policy.

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.

Questi cookie sono necessari per il funzionamento del sito Web e non possono essere disattivati nei nostri sistemi.

Questi cookie sono necessari per il funzionamento del sito Web e non possono essere disattivati nei nostri sistemi: %s.
  • wordpress_test_cookie
  • wordpress_logged_in_
  • wordpress_sec
  • CookieConsent
  • PHPSESSID
  • __cfduid
  • local_storage_support_test
  • wc_cart_hash_#
  • wc_fragments_#

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi