Pioggia ton sur ton
Fulton
L’accessorio quattro stagioni
Cornelia James
Il foulard in testa
Hermès
Il cardigan di cashmere
Pringle of Scotland
Il cerchietto di strass
Zara
La sciarpa che simboleggia la modestia
Bonanza Satrangi
Giù dai tacchi
Hampton Canvas
La scarpa da trekking
Berghaus
La borsa da portare dappertutto
Longchamp
Tracolla-mania
Kate Spade
Tracolla-mania
Aspinal of London
Una collana contro il malocchio
Alemdara
La borsa del weekend
Cuyana
Gli occhiali da sole
Finlay London
La borsa da tutti i giorni
Madewell
L’anello col turchese
Jennifer Meyer
La sciarpa di lana
Aritzia

Il Natale si avvicina inesorabile, e può capitare che la fantasia cominci a scarseggiare. Forse perché le persone a cui rivolgiamo il nostro pensiero – amici, parenti, fidanzati e figli – sono un po’ sempre le stesse. Senza ricorrere a tabelle informatiche su cui appuntare ciò che avete regalato nel corso degli anni, vi offriamo un escamotage che vi permetterà di mettere sotto l’albero la stessa idea regalo, ma con allegato un «royal touch» che stupirà con effetti speciali i destinatari dei vostri affettuosi pensieri.

Li abbiamo chiamati «regali regali», i capi e gli accessori che passiamo in rassegna nella gallery.
Sono borse, gioielli, sciarpe, scarpe e altre appendici visti addosso alle fashion icon di casa Windsor, ma con un prezzo tutto sommato accessibile (ci siamo spinti fino a 700 euro circa). Dalla regina Elisabetta abbiamo preso quattro elementi che la rendono un personaggio unico. C’è l’ombrello modello Birdcage di Fulton, immancabile con la pioggia, sempre squisitamente abbinato con l’outfit coloratissimo sfoggiato di volta in volta. Anche la Regina Madre usava la stessa marca e ancora oggi si vede Camilla proteggersi con un Birdcage maneggiato con meno cura ed eleganza: non coordinandolo all’abito come la suocera, lo usa come se fosse la prima cosa che trova sull’uscio di casa nel portaombrelli. Insomma, poco regalmente, forse proprio come noi.

Camilla scompare dentro l’ombrello Fulton. Foto Getty.

LEGGI ANCHE

Piove, piove… la regina Elisabetta non si muove
Il guanto Cornelia James può, sì, essere utile per proteggersi dal freddo ma darà a chi lo riceve la possibilità di esercitarsi nel saluto della regina magari quando si va a casa dei parenti a giocare a tombola o al mercante in fiera. Più prezioso il cashmere Pringle of Scotland, perfetto da portare con un paio di jeans e non solo per assistere alle corse dei cavalli. Il brand, così come i due sopra citati, vantano un Royal Warrant of Appointment cioè una sorta di «sigillo reale» in qualità di ineccepibili fornitori di Buckingham Palace (buttatela là questa informazione, fa sempre un certo effetto).

Ciò che non manca mai sulla testa di Elisabetta specialmente nelle occasioni poco formali è il foulard. Di solito firmati Hermès, la sovrana ne ha collezionati per anni e li usa ancora nei suoi soggiorni in campagna. Noi ne abbiamo suggerito uno della collezione attuale a tema equestre ma per acquistarne uno di quelli visti sul capo di Elisabetta c’è un fiorente mercato vintage.

Questi orecchini da poche sterline del brand pakistano Zeen ve li avremmo suggeriti se non fossero spariti dalla faccia del web. Foto Getty.

Dalla regina, icona immarcescibile, passiamo alle due duchesse che con le loro girandole di outfit fanno girare l’economia (eccome se la fanno girare). Kate Middleton e Meghan Markle hanno la furbizia di aggiungere sempre un elemento low cost nelle loro mise per occasioni più o meno ufficiali. Questo fa sì che sia molto difficile trovare in assortimento qualcosa, perché dove passano le due non cresce più un orecchino o una borsa.

In molti casi, infatti, le mogli dei fratelli Windsor hanno determinato la fortuna di alcuni brand che si sono ritrovati il loro e-commerce saccheggiato quando non addirittura in tilt. Ci siamo permessi di aggiungere una proposta rubata al guardaroba di Pippa Middleton che, proprio perché marginale alla Royal Family, ha un gusto simile a quello della sorella ma, con in più, la possibilità di giocare molto di più col look visto che i suoi impegni hanno una caratura diversa rispetto alla moglie del futuro re d’Inghilterra.

Le assistenti di Kate Middleton durante il tour in India e Bhutan. Foto Getty.

Abbiamo sbirciato tra le foto dei recenti royal tour sia della duchessa di Cambridge che di quella di Sussex. Abbiamo notato che sono quelle le volte in cui le sapienti stylist di entrambe si mettono a setacciare brand sconosciuti alle nostre latitudini. La duchessa di Cambridge è un’affezionata delle borse Longchamp, che usa dai tempi dell’università. Anche se è da un po’ che non gliene vediamo una alla spalla, possiamo supporre da una paparazzata alle sue assistenti che continui ancora a sfruttarne la praticità, specialmente in viaggio.

Le sorelle Middleton inoltre sono tra le più grandi fan di Aspinal of London, tanto da rendere queste borse delle vere e proprie it bag in Gran Bretagna. Un marchio che gode di una certa fama in famiglia, visto che anche Camilla Parker Bowles e Zara Tindall sono state avvistate stringendone una tra le mani.

Zara Tindall con il marito Mike sceglie una borsa Aspinal of London, modello caro alle Middleton, di colore bordeaux. Foto Getty.

Anche Meghan ha le sue preferenze. Nel tempo libero la si vede spesso con delle borse Cuyana, il brand fondato da Karla Gallardo e Shilpa Shah con l’obiettivo di proporre un lusso accessibile a tutte nonché etico e sostenibile per l’ambiente. Tra i tanti modelli che possiede, a Wimbledon è stata avvistata con una tote bag in cui la duchessa ha fatto mettere le sue iniziali. L’ex attrice americana è una a cui piace disseminare indizi e messaggi in ciò che indossa, piccoli enigmi che gli osservatori devono risolvere. Come quella volta in cui ha indossato la collana contro il malocchio del brand Alemdara durante il tour in Sudafrica. Anche se minuscolo, il monile ha avuto una grande eco. Chissà con chi ce l’aveva nello specifico…

Per avere l’effetto desiderato è fondamentale accompagnare il regalo con questa gallery mostrando la foto in cui una delle nostre eroine royal esibisce quel dato capo o accessorio: a voi la scelta di coprire o svelare il prezzo. Questione di etichetta, in ogni senso.

LEGGI ANCHE

Donne che copiano Kate Middleton, l’esercito delle #repliKates

LEGGI ANCHE

Gli orecchini di Meghan e Kate: 10 paia da acquistare online

Utilizziamo i cookie per personalizzare contenuti ed annunci, per fornire funzionalità dei social media e per analizzare il nostro traffico. Condividiamo inoltre informazioni sul modo in cui utilizza il nostro sito con i nostri partner che si occupano di analisi dei dati web, pubblicità e social media, i quali potrebbero combinarle con altre informazioni che ha fornito loro o che hanno raccolto dal suo utilizzo dei loro servizi. Acconsenti ai nostri cookie se accetti e continui ad utilizzare il nostro sito web. Per ulteriori informazioni leggi la nostra Privacy Policy.

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.

Questi cookie sono necessari per il funzionamento del sito Web e non possono essere disattivati nei nostri sistemi.

Questi cookie sono necessari per il funzionamento del sito Web e non possono essere disattivati nei nostri sistemi: %s.
  • wordpress_test_cookie
  • wordpress_logged_in_
  • wordpress_sec
  • CookieConsent
  • PHPSESSID
  • __cfduid
  • local_storage_support_test
  • wc_cart_hash_#
  • wc_fragments_#

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi