Lo stile di Sandra Milo
Lo stile di Sandra Milo
Lo stile di Sandra Milo
Lo stile di Sandra Milo
Lo stile di Sandra Milo
Lo stile di Sandra Milo
Lo stile di Sandra Milo
Lo stile di Sandra Milo
Lo stile di Sandra Milo
Lo stile di Sandra Milo
Lo stile di Sandra Milo
Lo stile di Sandra Milo
Lo stile di Sandra Milo
Lo stile di Sandra Milo
Lo stile di Sandra Milo
Lo stile di Sandra Milo
Lo stile di Sandra Milo
Lo stile di Sandra Milo
Lo stile di Sandra Milo
Lo stile di Sandra Milo
Lo stile di Sandra Milo
Lo stile di Sandra Milo
Lo stile di Sandra Milo
Lo stile di Sandra Milo
Lo stile di Sandra Milo

Era ora. Ed è giustissimo. Sandra Milo conquista – all’invidiabile età di 88 anni (di una signora non si svelano i dettagli custoditi dall’anagrafe, d’accordo, ma se gli anni sono portati con una simile baldanzosa allegria, è doveroso invece evidenziarli, perché c’è materia di cui vantarsi) il suo primo David di Donatello. E sarà un David alla carriera, in virtù della sfilza di indimenticabili interpretazioni che l’attrice ci ha regalato con generosità nel corso dei suoi 65 anni di attività cinematografica, che la ripagherà dell’inspiegabile assenza di nomination al premio fino a oggi.
Il più prestigioso e ambito riconoscimento del cinema italiano verrà consegnato nelle mani dell’inimitabile e inarrestabile Sandrocchia – il soprannome ricolmo d’affetto con il quale la chiamano fan e colleghi) – nel corso della 66ª edizione dei Premi David di Donatello, in calendario il prossimo 11 maggio.

Nel 1956 a Venezia. Foto Getty.

Ma sono molti i motivi per amare l’apparentemente svampita star amata da Federico Fellini e valorizzata da tanti registi, da Roberto Rossellini ad Antonio Pietrangeli, quello che – su tutti – forse meglio ha saputo plasmarne il talento in film da riscoprire come il meraviglioso La visita.
Tra quelli forse meno significativi per i più, ma che a noi piacciono molto, c’è la sua voglia – che paradossalmente sembra aumentata esponenzialmente col passare degli anni e dei decenni – di flirtare con la moda. Di restare giovane non solo con la testa, con la voglia di divertirsi, col suo istinto alla coltivazione di una femminilità incantata ma anche conturbante, e non da ultimo con la sua impagabile (auto)ironia, ma anche con il suo approccio, spavaldo e anche un po’ anarchico, alla moda, ai vestiti, a quella futile e superficiale apparenza che, però, sa elargire a pieni mani sogno, passione e gioia.

Con Yul Brynner, Irene Genna e Amedeo Nazzari, nel 1966. Foto Getty.

Basta ammirare i suoi look più recenti – quelli che potete vedere scorrendo la gallery più in alto – per capire quanta voglia di mettersi in gioco, di sedurre il pubblico, di piacere a se stessa in primis (e agli altri poi, ma se anche non accadesse non ci sembra che gliene potrebbe importare poi molto), di sperimentare…  e soprattutto quanta voglia di non avere paura di niente Sandra Milo abbia. Oggi più che mai.

Nella gallery in alto, i look più belli di Sandra Milo.

ARTICOLO TERMINATO!

E come sempre ti raccomandiamo: se hai domande,dubbi, chiarimenti di qualsiasi tipo, scrivici nei commenti o lascia la tua valutazione! Il team di gomoda è al tuo servizio per la scelta del prodotto migliore. Un saluto!

Utilizziamo i cookie per personalizzare contenuti ed annunci, per fornire funzionalità dei social media e per analizzare il nostro traffico. Condividiamo inoltre informazioni sul modo in cui utilizza il nostro sito con i nostri partner che si occupano di analisi dei dati web, pubblicità e social media, i quali potrebbero combinarle con altre informazioni che ha fornito loro o che hanno raccolto dal suo utilizzo dei loro servizi. Acconsenti ai nostri cookie se accetti e continui ad utilizzare il nostro sito web. Per ulteriori informazioni leggi la nostra Privacy Policy.

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.

Questi cookie sono necessari per il funzionamento del sito Web e non possono essere disattivati nei nostri sistemi.

Questi cookie sono necessari per il funzionamento del sito Web e non possono essere disattivati nei nostri sistemi: %s.
  • wordpress_test_cookie
  • wordpress_logged_in_
  • wordpress_sec
  • CookieConsent
  • PHPSESSID
  • __cfduid
  • local_storage_support_test
  • wc_cart_hash_#
  • wc_fragments_#

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi