Vittoria Puccini in Etro
Vittoria Puccini in Etro
Vittoria Puccini in Etro
Patti e Jesse Smith
Patti e Jesse Smith
Patti Smith
Domenico Dolce e Stefano Gabbana
Elodie e Marracash in Etro
Elodie e Marracash in Etro
Francesca Barra, Claudio Santamaria e Greta Ferro in Giorgio Armani
Francesca Barra e Claudio Santamaria in Giorgio Armani
Francesca Barra in Giorgio Armani
Greta Ferro in Giorgio Armani
Maria Elena Boschi in Giorgio Armani
Davide Livermore in Etro
Chiara Bazoli in Armani Privè
Beppe Sala e Liliana Segre
Liliana Segre
Carla Fracci
Laura Mattarella in Giorgio Armani
Sergio e Laura Mattarella
Emma Marcegaglia in Valentino
Michela di Biase in Giorgio Armani
Alessandra Repini in Raffaella Curiel
Roberta Dini e Attilio Fontana
Augusta Iannini e Bruno Vespa
Carlo e Rosanna Sangalli
Giovanna Salza in Valentino
Daniela Javarone
Dvora Ancona in Antonio Riva
Evelina Christillin in Giorgio Armani
Pier Carlo e Maria Grazia Padoan
Mario Monti con la moglie Elsa Antonioli e Alexander Pereira con la moglie Daniela Weisser
Elsa Antonioli e Mario Monti
Luciana Lamorgese in Giorgio Armani
Miharu Nakabayashi
Vanessa Scalera
Roberto D’Agostino
Raina Kabaivanska
Silvia Colombini
Laura Morino
Diana Bracco
Francesco Pio Galasso e Saioa Hernández
Marinella di Capua
Abdalla Al Shamsi, Angela Bellomo e Chiara Montanari
Gigliola Castellini Curiel e Raffaella Curiel

La Prima della Scala è un evento unico. Un rito con cui Milano inaugura la stagione scaligera tra una piazza blindata e un parterre di vip d’eccezione. Quest’anno, poi, l’occasione è stata ancora più sorprendente. E non è solo perché l’opera scelta è stata la Tosca di Giacomo Puccini, recuperata dal direttore d’orchestra Riccardo Chailly nella sua partitura originale, mai più andata in scena dal debutto assoluto nel gennaio 1900. Non solo perché la regia di Davide Livermore le ha dato un’impronta pulp alla Tarantino.

Non solo perché chi ha avuto la fortuna di assistervi si è trovato immerso in un kolossal cinematografico, sentendosi catapultato nella scena grazie a una complicata macchina scenica (che, giusto per fare un esempio, ha reso il fatale volo finale di Tosca praticamente reale, grazie a un braccio meccanico invisibile) e non solo per la presenza della leggendaria Patti Smith, tra le prime ospiti ad arrivare alla Scala.

LEGGI ANCHE

British Fashion Awards: il trionfo di Armani (e di Bottega Veneta)

Questa Prima al Piermarini entrerà nella storia per la vittoria (ma solo numericamente parlando) di ministri, politici e grandi nomi della finanza, tutti riuniti sotto la Madonnina ad applaudire la bravura del tenore Francesco Meli, del baritono Luca Salsi e della superstar Anna Netrebko, alias Floria Tosca, vera primadonna. Sì, non è stata una Prima della Scala piena di star, attrici e celeb, è vero, ma quelle che hanno fatto la loro comparsa hanno brillato di luce propria, primedonne che hanno dato sfoggio di un’eleganza raffinata, di scollature generose mai volgari (Vittoria Puccini in Etro ha superato se stessa), di tessuti preziosi e velluti suadenti, di paillettes color notte (che Greta Ferro in Giorgio Armani ha acceso con un rossetto infuocato e cattura sguardi, se ce ne fosse stato bisogno).

LEGGI ANCHE

Chic list, dalla passerella al red carpet: Jennifer Lopez in Ralph & Russo (e le altre)

Con il nero in primo piano com’era giusto che fosse. Con lavorazioni e decori usciti dalle mani di artigiani superlativi. Con mantelli intriganti e un po’ retro, ispirati all’epoca in cui si svolge l’opera pucciniana (vedi Francesca Barra, anche lei in Giorgio Armani, ma anche Stefano Gabbana, avvolto da un tabarro in velluto di seta) e cappotti a vestaglia, indossati sopra gli abiti preziosi. In bianco avorio la divina Carla Fracci; in pantaloni neri, giacca con gilet e immancabile cappello la mitica Patti Smith accompagnata dalla figlia Jesse, perché – per chi non lo sapesse – la sacerdotessa del rock è una grande appassionata di opera lirica ed era molto emozionata di trovarsi alla Scala al cospetto del lavoro del suo amato Puccini, che la incantò quando aveva solo sette anni e alla radio trasmettevano Madame Butterfly.

Tra le altre ospiti non sono mancati (purtroppo) gli azzardi, le piume,  i fiori fuori stagione (i papaveri sull’abito di Emma Mercegaglia), le fogge esagerate alla Rossella O’Hara, gli omaggi agli alberi di Natale che illuminano le città (Dvora Ancona si è presentata con un abito di Antonio Riva illuminato da 1000 led che nemmeno l’abete in piazza del Duomo…).
Dvora
Ma, ammettiamolo, anche questi look sopra le righe fanno parte del rito e movimentano, da sempre, la sera di Sant’Ambrogio, patrono di Milano. Nota a parte per la deputata Maria Elena Boschi, capogruppo alla Camera di Italia Viva, che ha sfoggiato con gran classe un abito di velluto e satin firmato Giorgio Armani. Da applauso.

La soprano Anna Netrebko, intensa ed emozionante interprete di Floria Tosca. Foto LaPresse.

Noi, di tutti i guest alla Prima della Scala 2019, abbiamo ammirato il piglio di Puccini e Barra, primedonne anche nell’espressione. Abbiamo amato il sorriso sornione di Patti. I gesti eleganti della stella Fracci. La semplicità raffinata della senatrice a vita Liliana Segre. Ma, su tutte, concedetecelo: abbiamo adorato la protagonista, la soprano Anna Netrebko nella sua intensa interpretazione, negli abiti creati per lei dal costumista Gianluca Falaschi. Guardandola, siamo rimasti rapiti e abbiamo capito una cosa: che quando hai una personalità e un temperamento di questo calibro, puoi davvero «Vivere d’arte» e trasmettere, con maestria, la potenza del tuo fascino a tutto ciò che indossi.
PS: Sfogliate la gallery, e capirete come questa capacità non sia cosa scontata.

Utilizziamo i cookie per personalizzare contenuti ed annunci, per fornire funzionalità dei social media e per analizzare il nostro traffico. Condividiamo inoltre informazioni sul modo in cui utilizza il nostro sito con i nostri partner che si occupano di analisi dei dati web, pubblicità e social media, i quali potrebbero combinarle con altre informazioni che ha fornito loro o che hanno raccolto dal suo utilizzo dei loro servizi. Acconsenti ai nostri cookie se accetti e continui ad utilizzare il nostro sito web. Per ulteriori informazioni leggi la nostra Privacy Policy.

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.

Questi cookie sono necessari per il funzionamento del sito Web e non possono essere disattivati nei nostri sistemi.

Questi cookie sono necessari per il funzionamento del sito Web e non possono essere disattivati nei nostri sistemi: %s.
  • wordpress_test_cookie
  • wordpress_logged_in_
  • wordpress_sec
  • CookieConsent
  • PHPSESSID
  • __cfduid
  • local_storage_support_test
  • wc_cart_hash_#
  • wc_fragments_#

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi